Questo sito utilizza cookie tecnici di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più clicca su Privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

SOCI DEL CIRCOLO ALLA RIBALTA

 

Mentre la maggior parte di noi pensa già alle meritate ferie estive, alcuni dei nostri soci continuano ad impegnarsi in competizioni varie, anche ben lontano dall’amato ed incantevole golfo del Tigullio.

 

DANILO CHIARUTTINI, zitto zitto, se n’é andato in trasferta a RICCIONE con il Suo dinghy TESTAVUOTA senza lasciare peraltro a casa la moglie Isabella. Li ha partecipato alla seconda prova del circuito del Dinghy Classico, bissando i successi conseguiti nella prima prova di Rapallo: 1° degli equipaggi doppi, essendo appunto in coppia con Isabella, e 1° della classe Vintage.  Ha poi regatato a LUINO, dove ha fatto ben sventolare i colori del nostro Circolo, anche se il risultato é stato contrastato da un forte vento che Danilo non ama moltissimo.  Complimenti a Danilo e Isabella. Prossimi appuntamenti a SAN VINCENZO a fine agosto per l’ultima tappa del circuito Dinghy Classico, e poi conclusione delle trasferte a GAETA per i Campionati Italiani assoluti. Buon vento!  

testavuota

nella foto “testavuota” in piena azione

 

DIEGO ZAMORANI, ancora alla ribalta nel nuoto. Anche lui é andato a RICCIONE per la conclusione dei Campionati Italiani in vasca, dove ha avuto grande successi: 4° negli 800 metri stile libero, e 3° sia nei 200 che nei 400 stile libero.  Altra trasferta al LAGO DI SCANNO, per i Campionati Italiani di nuoto in acque libere.  Sono previste 4 gare : 8.000, 5.000, 3.000 e miglio.  Ci si può iscrivere a tutte le gare e molti lo fanno con l'obiettivo di scegliere quella in cui si hanno le migliori possibilità in funzione degli avversari presenti.  Diego non ha dubbi ...partecipa a tutte (in tre giorni) con straordinari risultati in tutte le specialità:  bronzo sia negli 8000 che nei 5000 ed argento nel miglio e nei 3000, contribuendo in modo determinante a portare la Rapallo Nuoto al 3° posto in Italia.

“Qualche rimpianto però ce lo ho” ci dice Diego “forse una condotta di gara meno di attacco avrebbe portato qualche medaglia più pregiata ma ... non è nel mio DNA. Sono contento così”.  Complimenti a Diego.

Prossimi appuntamenti per le gare in acque libere, con l'obiettivo del Gran Prix di sprint, mezzofondo e fondo. In bocca al lupo!

premiazione diegodiego

nelle foto un momento di una premiazione ed un primo piano di Diego visibilmente affaticato dopo un arrivo

 

Il CIRCOLO NAUTICO RAPALLO continuando anche nelle sue attività collaterali ha collaborato all’organizzazione della parte a mare della seconda edizione a Zoagli della SeaSky, una gara, con la presenza di un centinaio di atleti, composta da 1000 metri di nuoto in mare e 5000 metri di corsa in sentieri di montagna con elevate pendenze.

zoagli partenzazoagli giro boa

nelle foto la partenza e un giro di boa in mare

MEETING PROVINCIALE SCUOLA VELA AL CIRCOLO NAUTICO RAPALLO

cnrapallo 480

Il 22 luglio scorso, tutto pronto al Circolo Nautico Rapallo per accogliere i ragazzi delle scuola vela.

Ore 9,00 riunione tecnica dello staff istruttori composto da Luisa Franza, Michele Buriani e Maurizio Manzoli che hanno illustrato il programma della giornata ai 7 ADI e ai 3 allievi istruttori pronti a collaborare attivamente per il buon esito del raduno.

Alle 9,30 con un’ora di anticipo i ragazzini hanno iniziato ad arrivare da Sestri Levante, Lavagna, Chiavari, Rapallo e Santa Margherita.

All’appello delle 10,30 sono presenti 26 allievi delle scuola vela di: LNI di Chiavari e Lavagna, YC Chiavari, LNI Rapallo, LNI Santa Margherita e del CN Rapallo.

Breve presentazione dello staff tecnico, presentazione dei giovani velisti.

Indicazioni precise sul programma della giornata.

Unico requisito richiesto… voglia di divertirsi.

Due squadre. A disposizione gli optimist e i tridenti della scuola.

 

Primo gioco: armare gli optimist e i trident

il tempo migliore è della “squadra blu” composta dall’equipaggio del trident: Alessandro, Elisa, Tristan, Sebastiano, Azzurra e dagli equipaggio degli optimist: Alberto-Michele, Allegra-Sara, Sofia-Vittoria, Beatrice-Carlotta.

A breve distanza la “squadra oro” composta dall’equipaggio del trident: Vittorio, Vittoria, Giulio, Stella, Francesca e dagli equipaggio degli optimist: Pietro-Lorenzo, Ludovica-Marco, Christian-Matteo, Valentina-Giada.

 

Secondo gioco: gara di nodi.

Le due squadre dovranno preparare più nodi possibili nei 5 minuti previsti. Il nodo savoia vale 1 punto, il nodo piano vale 2 punti e la gassa d’amante sale 3 punti. Chi fa più punti vince!

Con 37 punti vince ancora la “squadra blu” seguita dalla oro con 35 punti.

Rivincita per la “squadra oro” che vince il gioco: chi realizza la cima più lunga nel minor tempo, utilizzando il nodo piano.

Sono le 12,30… pausa pranzo con focaccia, pizza e torte per grandi e piccoli.

Incredibile: tutti in silenzio!

Si inizia: tanta attenzione per la spiegazione dei giochi in acqua:

1)     Uscita al traino dei gommoni

2)     Navighiamo tra due boe al traverso

3)     Siamo ecovelisti: raccogliamo le bottiglie in mare

4)     Staffetta passando la palla tra barca a barca

  

Ore 14,00 si esce in mare, le boe sono già posizionate e si inizia subito a giocare.

Gli equipaggi prendono confidenza con le barche compiendo il percorso a 8 tra le boe.

Tutto è pronto per l’inizio dei giochi.

 

Siamo ecovelisti: al fischio degli istruttori le squadre si scatenano in una navigazione serrata per raccogliere più bottiglie possibile e portarle ai gommoni di riferimento.

Due le prove: la prima vinta dalla squadra oro e la seconda dalla squadra blu.

Fuori programma, a grande richiesta, bagno per tutti con tuffi, giochi d’acqua e divertimento assicurato.

 

Staffetta tra le barche: anche due prove per la staffetta con la palla e ancora una parità nel risultato.

Alle 16,30 gli equipaggi, che ormai si sono mischiati con cambi di equipaggio tra optimist e tra optimist e tridenti rientrano in porto.

Dopo aver sistemato le attrezzature e lavato con cura le imbarcazione tutti in sede per scoprire i vincitori.

Ad accoglierci la merenda preparata da Adi e Allievi istruttori.

Ringraziamenti per tutti: un grande applauso ai giovani velisti che hanno partecipato al meeting.

I giovani partecipanti hanno ringraziato gli istruttori gli allievi istruttori e gli Adi.

Grazie alle Società del Tigullio: LNI di Chiavari e Lavagna, YC Chiavari, LNI Rapallo, LNI Santa Margherita e CN Rapallo che hanno contribuito attivamente al buon esito del meeting.

Un ringraziamento particolare a Luisa che con la tua esperienza è stata fondamentale per l’organizzazione della giornata.

Per finire è stato presentato il programma del prossimo appuntamento per i giovani velisti al meeting zonale di Albenga del 29 luglio ed è stata presentata la fase nazionale a Crotone in occasione della Coppa Primavela dal 26 al 30 Agosto.

La consegna dei diplomi di partecipazione conclude la giornata al Circolo Nautico Rapallo.

 

Vi chiederete “Chi ha vinto?”

Tutti i partecipanti, la vela, il vento, la natura, il mare e… la voglia di divertirsi e imparare nuove esperienze.

 

Sanremo Portofino2017

CONTINUANO I SUCCESSI DEI NOSTRI SOCI.

La prima parte della stagione agonistica si é conclusa, ed é pertanto tempo di consuntivi.

Maurizio Manzoli dopo centinaia di ore di lavoro di restauro ha messo in acqua il suo “nuovo” dinghy 12’ PHASELUS ILLE (dal nome della mitologica velocissima imbarcazione in legno onorata da Catullo) giusto in tempo per il classico Trofeo SIAD, meglio noto come “Il bombolino”, ed ha ottenuto, pur con scarsa messa a punto e senza allenamento, un lusinghiero 27° posto, con un 5° e un 9° come migliori parziali, su un lotto agguerritissimo di 85 concorrenti provenienti da tutta Italia e dall’estero.

Luigi Gilli nella stessa regata, anche lui dopo un lungo periodo di inattività, sul suo SERENAMANONTROPPO (Serena é il nome della moglie, divenuta mamma di recente) ma senza sulle spalle le centinaia di ore di lavoro di Maurizio, si é classificato ad un ottimo 17° posto, molto regolare, con miglior risultato un 7° parziale.

Nella scia, sempre per i gloriosi colori del nostro Circolo Nautico, TESTAVUOTA di Danilo Chiaruttini (53°) e OPUS CACTUS del nostro Presidente Manlio Meriggi (59°)

trofeo siad 2017

Nella foto un affollato golfo Tigullio durante il Trofeo SIAD

 

Antonio Miadonna continua con le sue partecipazioni a regate di altura, con il suo FANTASIA, Grand Soleil 43.

“Nei mesi di maggio e giugno  Fantasia “ ci racconta Antonio Miadonna “ha preso parte alle regate dei Tre Golfi, alla Rolex Capri Sailing Week (RCSW) e alla 151 Miglia, con buone prove e soddisfazione dell’armatore e del suo equipaggio”

“La RCSW si è aperta con la 63° Regata dei Tre Golfi, con la tradizionale e spettacolare partenza da Napoli a mezzanotte del 5 maggio davanti al borgo marinaro di Santa Lucia. Nelle prime ore dopo la partenza un debole vento da nord alternato a bonaccia ha portato lentamente la flotta verso il canale di Procida. Con le brezze di venerdì mattina e poi un vento moderato da sud-est fino a 15 nodi nel Golfo di Gaeta gli equipaggi hanno lasciato a sinistra l’isola di Ponza, ma tutto è cambiato dopo il tramonto con un rapido rinforzo del vento ruotato ad ovest: l’equipaggio ha sfruttato bene la nuova situazione compiendo una veloce traversata notturna verso il golfo di Salerno, prima sotto spinnaker e poi a vele bianche con raffiche fino a 35 nodi al traverso di Ventotene. All’alba di sabato il suggestivo passaggio allo scoglio Li Galli sullo sfondo della costiera amalfitana e le ultime 15 miglia di risalita in bolina fino al traguardo davanti al porto di Capri, che abbiamo raggiunto dopo circa 35 ore e 150 miglia di navigazione classificandoci 5° in ORC2”.

“In condizioni meteorologiche molto diverse si è svolta la 151 Miglia, che Fantasia ha concluso nella serata del 3 giugno al Marina di Punta Ala classificandosi al decimo posto nella classe ORC2.  Sin dalla partenza il 2 giugno la prova è stata molto tattica per sfruttare al meglio i cambi di vento, come era stato preannunciato dal Comitato di Regata durante il briefing: una situazione di alta pressione stabile sulla Pianura Padana ha favorito condizioni di vento leggero intorno ai 10 nodi dai quadranti meridionali, molto influenzato dalle brezze sotto costa. Proprio per sfruttare al meglio la variabilità delle brezze, dopo la partenza al largo di Livorno e il passaggio concitato alle prime boe di  Marina di Pisa il nostro equipaggio  ha scelto di ridiscendere lungo la costa per alcune miglia prima di prendere definitivamente il largo verso la Corsica. Nessun problema nello spettacolare doppiaggio notturno della Giraglia, mentre un calo di vento difficile da interpretare sotto costa all’Elba ha messo in difficoltà la maggior parte delle imbarcazioni nelle ore centrali del secondo giorno di regata. Con pochissimo vento l’equipaggio ha affrontato anche il cancello alle Formiche di Grosseto e l’ultimo delicato passaggio allo scoglio Sparviero, rimontando posizioni con una buona tattica proprio nelle ultime miglia”    Appuntamento con Fantasia alla prossima stagione di regate!

Antonio Miadonna al timone del suo Fantasia

Nella foto Antonio Miadonna al timone del suo Fantasia, con parte del suo equipaggio.

 

Franco Ciccio Manzoli timoniere di eccezione per il Comet 38S SCRICCA ha partecipato alla ROMA per TUTTI dove si é classificato 1° di classe e 1° assoluto overall ORC.   Poi alla 100 MIGLIA di MONTECRISTO, sul suggestivo percorso Salivoli – Montecristo – Salivoli, ancora 1° di classe e 1° assoluto overall ORC.  Alla 151, 1° di classe e 3° assoluto overall. Recentemente alla GIRAGLIA si é classificato “solo” 2° di classe e 5° assoluto overall IRC.  “Abbiamo scelto di gareggiare in IRC per fare un’esperienza nuova, anche perché quest’anno non partecipiamo al campionato italiano ORC” ci racconta Ciccio “se avessimo scelto ancora la ORC avremmo nuovamente conquistato il 1° posto overall. E’ stata comunque una Giraglia difficile, sia per il poco vento, sia per le scelte tattiche. Infatti anche IRC avremmo potuto vincere se non avessimo scelto una rotta verso Genova, dopo il doppiaggio della Giraglia, troppo orzata, anche perché ci siamo trovati a doverci difendere dalle orzate di barche molto più grandi di noi che erano però ancora indietro.  Prima della Giraglia – che mantiene comunque il suo fascino seppure l’ho girata innumerevoli volte, abbiamo subito una piatta totale di più di 5 ore” Continua Ciccio: “a bordo eravamo comunque un equipaggio affiatato e collaudato, e i turni stabiliti al timone non sono stati molto pesanti”.

Ciccio Manzoli

Nella foto Franco Manzoli durante la nostra intervista 

una suggestiva immagine del mitico scoglio della Giraglia

Nella foto una suggestiva immagine del mitico scoglio della Giraglia

 

Nelle acque di Porto Cervo si è svolta la classica prima regata del circuito riservata ai super yachts, il padre del nostro socio Stefano Trifirò si è presentato sulla linea con un nuovissimo 33 metri “Ribelle” tutto in carbonio dalle linee originali e accattivanti che ha stupito non solo per eleganza ma anche nelle performance a solo un mese dal varo con un ottimo secondo posto. Francesco De Angelis a timone, Luis Doreste  alla tattica ed il nostro Mario Rabbò alla randa, fanno parte di un team di tutto rispetto che li vedrà impegnati per tutta la stagione, prossimo appuntamento Palma Super Yachts.

Ribelle

Nelle foto “Ribelle” visto dall’alto

Mario Rabbò

Nella foto la premiazione con Mario Rabbò