Questo sito utilizza cookie tecnici di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più clicca su Privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

L'ATTIVITA' DEL CIRCOLO NAUTICO RAPALLO SEGUIRA' IL CODICE ETICO DELLA "CHARTA SMERALDA"

 

Un’altra data importante per il Circolo Nautico Rapallo. Il primo marzo scorso, al teatro Parenti di Milano é stata presentata e sottoscritta la “CHARTA SMERALDA”, emessa dalla Fondazione One Ocean su idea dello Yacht Club Costa Smeralda. Oltre al club fondatore sono stati altri 50 Club italiani e associazioni di classi veliche che hanno sottoscritto detto documento, tra cui il Circolo Nautico Rapallo presente con il suo Presidente dott. Manlio Meriggi che ha firmato a nome di tutti i soci, impegnandosi al rispetto e alla promozione del codice etico sottoscritto.

Particolarmente significative sono state le firme da parte di Max Sirena, skipper di Luna Rossa Challenge e di Laurent Esquier, CEO della società Challenger of Record 36, organizzatrice delle regate di selezione della prossima America's Cup.

La fondazione ha il valido obiettivo della salvaguardia degli oceani dall’inquinamento ed in particolare modo dalle plastiche. Chi dei presenti ha navigato negli oceani ha raccontato di intere isole di plastiche alla deriva..

“Come Circolo Nautico Rapallo abbiamo sottoscritto la Charta Smeralda” dichiara il Presidente dott. Manlio Meriggi “che è una sorta di dichiarazione di intenti che dovremo rispettare e fare rispettare ai nostri soci. Ho consegnato il nostro guidone che verrà esposto insieme a quelli agli altri 50 Circoli e Yacht Club sottoscrittori. Lo Yacht Club Costa Smeralda sta predisponendo insieme alla Università Bocconi un documento che sarà un utile “manuale” per tutti noi”.

Erano presenti quali organizzatori dell’evento la Principessa Zahra Aga Khan, il commodoro dello YCCS Riccardo Bonadeo; hanno fatto interventi Mauro Pelaschier, Paul Cayard, Luca Bassani, Francesca Santoro (Unesco e comitato scientifico One Ocean Foundation).

i presidentiPaul e Mauro

Nelle foto un insieme dei presidenti presenti e un momento dell’intervento di Paul Cayard e Mauro Pelaschier.