Questo sito utilizza cookie tecnici di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più clicca su Privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

FRANCA MANZOLI CI HA LASCIATI

Ricordo quando eravamo ai primi passi della nostra attività velica; ricordo le estenuanti bonacce del Golfo del Tigullio.  Tante regate e poche boe, Giovanni Giuffra che dava partenze e prendeva arrivi dalla terrazza dello Yacht Club Tigullio. Assieme a lui, a battere i tempi, papà Meriggi e papà Cimarosti, mentre papà Manzoli, ci seguiva in mare sul suo Dory 13, offrendoci vino bianco fresco. franca sul lonaL’Ezio, che avendo negato il francamotorino al più grande dei due fratelli, Franco e Maurizio, con il dono di un Dinghy 12’ ai figli aveva inconsapevolmente fatto nascere una coppia di velisti veri: Attenti a quei Due!.  Poi c’era lei, che a terra teneva le file di tutto, mamma Manzoli, la Franca, che ci preparava le sue prelibate crostate, che ci piacevano, ma soprattutto ci portavano bene, perché se non c’era a bordo la crostata di Mamma Manzoli non si poteva vincere la regata ... bella scusa!  Quando poi i nostri programmi velici ci hanno portato a impegni più sofisticati, anche campionati del mondo in paesi lontani dove non potevamo avere a bordo la crostata di Mamma Manzoli, Lei ci aspettava in banchina al nostro ritorno con il fagotto della crostata in mano.  Il tempo passava .. spariti Giovanni Giuffra, i papà Cimarosti, Meriggi e Manzoli, spariti anche lo Yacht Club Tigullio e le bonacce estenuanti del Golfo, ma Lei c’era sempre; anche quando le nostre carriere veliche si sono trasformate in incarichi più o meno importanti a terra, Lei era sempre presente, anche ad ogni evento al nostro Circolo. Come quando ancora poco tempo fa é arrivata al Circolo sul sellino posteriore della moto di Maurizio, a testimoniare una vita invincibile ed inarrestabile ....   Franca ci ha lasciati serenamente questa mattina, in silenzio quasi per non farsi accorgere che andava via, lasciandoci, lo sappiamo già, un incolmabile vuoto ....  increduli ci stringiamo affettuosamente a Maurizio e Franco.   Grazie Franca, grazie per le Tue crostate, la Tua amicizia e la Tua voglia di vivere. Con Te sparisce una parte di noi.