Questo sito utilizza cookie tecnici di terze parti per le sue funzionalità. Se vuoi saperne di più clicca su Privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

37° INTERNATIONAL WINTER CRITERIUM

 criterium 18

Si é svolta con grande successo il 20-21 ottobre la 37ma edizione dell’ INTERNATIONAL WINTER CRITERIUM, per l’organizzazione del Circolo Nautico Rapallo, che ha visto la partecipazione delle classi DINGHY 12’, LASER e FIREBALL.   Due giornate a dir poco primaverili hanno accolto i concorrenti nel golfo del Tigullio che per l’occasione ha indossato una delle sue vesti migliori. Infatti sono state portate a termine due prove per ogni giornata di regata, molto regolari, sempre con gentile vento da sud. Sole e mare liscio hanno coronato ulteriormente il bilancio della manifestazione. Nella classe Dinghy 12’ ha vinto il veneto Massimo Schiavon che con due primi di giornata che ha messo in scia il milanese Filippo Janello che ha completato a pari punti ma con un solo successo di giornata. Al terzo posto il locale Luigi Gazzolo. Premio speciale per il primo classificato tra i Dinghy classici a Maurizio Manzoli con il suo Phaselus Ille.

Tra i Laser successo di Andrea Chiappe per gli Standard, di Matteo Olderico per i Radial e di Marco Ascoli per i 4,7.   Per la classe FIREBALL il successo é andato alla coppia Torinese Carlo Zorzi e Marco Maero.

Molto apprezzate dai concorrenti anche le manifestazioni collaterali, inclusa la gita culturale gastronomica al Santuario di N.S. di Montallegro organizzata per gli accompagnatori.  Il ciclomotore estratto a sorte tra i partecipanti presenti alla premiazione é andato al laserista torinese Giorgio Lometti. La prossima edizione di questa manifestazione é già in programma per il 19-20 Ottobre 2019.

 

BART'S BASH & SOLIDARIETA' CON LE VITTIME DEL PONTE DI GENOVA

 

Quest’anno, per volere del Consiglio Direttivo del Circolo Nautico Rapallo, la consueta veleggiata BART’S BASH giunta alla sua quinta edizione, assume un significato particolare poiché sarà dedicata al ricordo del Ponte di Genova, il ponte dei genovesi!

Come sapete il Bart’s Bash é l’evento organizzato in onore di “Bart” Andrew Simpson, il velista tragicamente scomparso durante un allenamento di Coppa America, evento organizzato quest’anno il 16 settembre 2018 in contemporanea da circa 600 Circoli Nautici in 80 paesi del mondo. La classifica unica che alla fine sarà redatta vedrà la partecipazione di circa 45.000 velisti, guadagnando un meritato posto nel Guiness dei Primati!

Ebbene il Circolo Nautico Rapallo dedicherà questo evento, che già alla base nasce come evento benefico, al ricordo delle vittime, delle loro famiglie e dei senzatetto, ma anche di tutti i genovesi, perché in quel maledetto giorno eravamo tutti su quel ponte! Tramite gli organizzatori inglesi questo messaggio sarà diffuso in tutto il mondo: é quello che noi nel nostro piccolo possiamo fare per far sentire la voce di solidarietà del nostro sport in questo difficile momento. Gli amici di “Stelle nello Sport” la faranno arrivare a tutti i genovesi.

Ovviamente l’ammontare delle quote di iscrizione a questo evento sarà, escluso quanto già dedicato alla raccolta per la Guardia Medica Pediatrica dell’Ospedale di Rapallo, interamente devoluto sempre tramite gli amici di “Stelle dello Sport”.

Buon vento e buon divertimento con il BART’S BASH 2018!

 

SANREMO PORTOFINO 2018

 

Il Ponte di Genova, il nostro Ponte. Nessuno come noi genovesi può capire quanto profondamente questa tragedia ci abbia colpito. Noi che abbiamo usato quel ponte forse anche più volte al giorno, noi che alla incredibile notizia abbiamo tutti temuto per qualche nostro caro ..

Oggi i funerali di stato, una regata qui nel golfo giustamente annullata. Una splendida giornata di metà estate, ma tutte le bandiere del porto spinte da un dolce sud-est sventolano solo  a mezz’asta.  Stiamo organizzando per la regata SANREMO-PORTOFINO, ma guardandoci negli occhi stiamo per cedere alla tristezza e al desiderio di annullarla. Ma poi capiamo che, come tutti quelli colpiti direttamente da questo drammatico evento, non dobbiamo arrenderci, che non dobbiamo subire questa profonda ferita che spacca in due la Liguria intera. Ecco questa regata si farà innanzitutto per onorare le vittime, le famiglie in lutto e i senzatetto, si farà per mantenere simbolicamente uniti il Ponente con il Levante della nostra regione, si farà per dimostrare la nostra volontà di guarire rapidamente e non arrenderci mai anche se ancora una volte é ingiustamente toccato a Genova, si farà per dimostrare a chi oggi per paura non viene da fuori che nulla é cambiato, che la nostra striscia di terra tra i monti ed il mare é sempre la più bella.

 

PRIMO PIANO SUL S/Y FANTASIA DI ANTONELLO MIADONNA

 

Dal diario di bordo del FANTASIA, il Grand Soleil 43 Race del nostro socio Antonello Miadonna, che come ormai consueto, ogni primavera, abbandona le comode rive del Golfo del Tigullio, per avventure in tutto il mediterraneo. Ecco cosa ho trovato:

“””   Dopo un’attenta messa a punto di Fantasia, il 5 aprile siamo salpati da Genova per Riva di Traiano, lì il 21 aprile sarebbe partita la Lunga Bolina, regata di circa 150 nm organizzata dal Circolo Aniene di Roma. Il percorso varia a seconda delle differenti condizioni meteo, quest’anno, vista la previsione di poco vento è stato: partenza da Santa Marinella, boa davanti a Porto Santo Stefano da lasciare a sinistra, Giannutri da lasciare a sinistra e arrivo a Santa Marinella.

Il vento è stato davvero poco davvero e la ricerca dell’aria più fresca e dell’assetto migliore ci ha impegnato molto. Dopo Porto Santo Stefano ci siamo diretti a Giannutri con il vento che ci faceva ben sperare, ma, a poche miglia dall’arrivo, calava costringendoci a un duello con una barca che era rimasto molto dietro fino ad allora. Siamo comunque riusciti a tagliare il traguardo davanti di pochissimo.

 La seconda regata è stata la Tre Golfi, organizzata dal Circolo Remo e Vela di Napoli. E’ la terza volta che vi prendiamo parte: è una regata che si svolge nei tre golfi: quello di Napoli, quello di Salerno e quello di Gaeta. Anche per questa regata il percorso può variare, quest’anno era: partenza a mezzanotte davanti a Santa Lucia, poi Ponza da lasciare a sinistra, Li Galli da lasciare a destra, Capri da lasciare a destra con l’arrivo davanti a Marina Grande di Capri per un totale di circa 150 nm. Dopo una partenza con poca aria che ci ha portato lentamente a superare Procida, il vento di è steso e abbiamo fatto tutto il percorso senza particolari difficoltà  “””

Antonello boa arrivo lunga bolinaantonello tra il suo equipaggio

Bravissimo Antonello! ... sempre buon vento!