Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terzi parti (tecnici e/o di profilazione) per fornire una migliore esperienza online.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o alcuni cookie, consultare la pagina Cookie.
Cliccando su "Ok", su qualsiasi elemento della pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Ok

RADUNO SOCIALE DI FINE ESTATE 2021

14/09/2021 16:46


Finalmente insieme.  Grande successo del Raduno di fine estate del Circolo Nautico Rapallo. Bellissima giornata di sole. Una brezza forse un po’ scarsa, che purtuttavia ha consentito il regolare svolgimento della veleggiata per i cabinati a vela e le derive, mentre non avrebbero potuto esserci condizioni migliori per la prova di regolarita’ su barche a motore, l’onda giusta per divertirsi e per rendere competitiva la gara. Soprattutto pero’ ad aver reso straordinario questo 12 settembre e’ stato il ritorno a stare insieme, degli amici del Circolo Nautico e dei Circoli vicini, in particolare della Lega Navale Rapallo e di Santa Margherita Ligure.
L’organizzazione e’ stata brillante nel rispetto del programma. Briefing alle 11 con spiegazione delle regole di partecipazione e consegna delle magliette per tutti i membri degli equipaggi in gara, le barche iscritte 26 (20 a vela e 6 a motore) e i membri degli equipaggi circa 70, con Presidente Meriggi e Consigliere – responsabile regate Bardi a fornire tutte le informazioni necessarie. E dopo un breve intervallo, tutti sulle proprie barche a misurarsi, sul mare ancora estivo di settembre.
Lo staff come sempre molto professionale della barca giuria, l’immancabile Bertram “Lupo” di Massimiliano Antonini, con Giorgio Bardi, Lilia Cuneo e Taj De Negri coadiuvati da Roberto Vezzoli sul gommone, ha individuato il campo di regata tra Santa Margherita e la Cervara disponendo di calare la boe di partenza e di bolina nell’area prescelta. In pochi minuti tutte le barche partecipanti si sono posizionate nei pressi della linea di partenza in attesa della tromba dei cinque minuti, del minuto e poi della partenza vera e propria. Intanto sul Boston “Gianni B”, in onore di Gianni Brancaccio, Diego Zamorani si occupava di posare la boa di bolina e insieme all’altro gommone di Armando Platone erano pronti per l’eventuale assistenza, traino o quant’altro potesse essere d’aiuto ai partecipanti.
Partenze regolari, due bastoni, con arrivo al termine della seconda poppa. Con saluti da una barca all’altra, rispettando le precedenze delle norme NIPAM e arrivi tutti di gran lunga entro il tempo massimo previsto delle 16.00.
Se sono stati simpaticissimi e sportivissimi il briefing e l’uscita in mare, entusiasmante e’ stata la premiazione e la raviolata del rinfresco finale, tutti distanziati davanti alla sede sociale nel rispetto delle normative anticovid. Tra gli applausi di tutti i presenti sono stati premiati i primi tre classificati di ogni categoria con bellissime statuette a forma di vela in ardesia per i velisti e con una sacca stagna, da usare in barca, contenente una bottiglia di spumante, per le barche a motore classificate nei primi tre posti della prova di regolarita’. Poi la raviolata, mai cosi composta con i tavoli messi a disposizione dal ristorante La Darsena.
Tra i partecipanti del Circolo Nautico, soci storici con un curriculum importante nella nautica che hanno coinvolto i familiari, come Roberto Peviani su Again Again, vincitore ex-aequo della prova di regolarita’ per le barche a motore; Claudio Ferrantino con Plana, vincitore ex-aequo nella medesima prova; Giampaolo Muggiani con moglie e figlia vincitore ex-aequo sempre nella prova di regolarita’ barche a motore. E’ difficile riuscire ad ottenere la parita’ in tre pur avendo dichiarato un tempo diverso, forse e’ stata la voglia di essere insieme anche nella premiazione che ha consentito il virtuosismo. Verrebbe da dire che mancava solo Aldo Bazzi e forse ci sarebbe scappato il quarto ex-aequo.
E nella vela Stefano e Manlio Meriggi che sono riusciti a far partecipare le figlie e i figli, ne mancava solo uno e la stirpe sarebbe stata al completo, vincitori, con notevole margine, sulla storica barca di famiglia “Romola”, nella classe tra i 9,01 e 11 metri.
E poi soci da meno anni che si sono pero’ inseriti presto e con continuita’ nelle iniziative del Circolo con le loro famiglie, Michele Chiappe con il suo nuovo One Design 27 “Poppi” che con la moglie e il figlio Filippo ha vinto nella categoria da m.8,01 a m. 9 e Giancarlo Olderico con l’Explorer 20 Taipan anch’egli con i familiari.
E nella categoria motore hanno partecipato con entusiasmo con i loro equipaggi di familiari o amici, Andrea De Cunsolo, Alessandro Fasce e Luca Roscelli.
Solitario invece Otto Cimarosti con Bokkie, secondo nella categoria m.8,01 a m. 9, ha dimostrato, lui che ha ottenuto risultati ai piu’ alti livelli, di voler partecipare alle iniziative del suo Circolo per spirito sportivo e di amicizia.
E ancora, Roberto Gallotti sulla sua bellissima nuova Grand Soleil 48 anche se il nome, Linus, non cambia, secondo nella classe oltre i 13 metri che equivale ad un secondo assoluto; Maria Teresa Carosio sul Grand Soleil 45 “Il braccio” con un equipaggio veramente speciale, oltre a figlio Matteo Bogliolo, pilastro della Scuola Vela del Circolo Nautico Rapallo, ben sette ragazzi allievi della Scuola stessa, che hanno approfittato di una lezione supplementare e si sono classificati terzi nella loro categoria.
Nelle derive Danilo Bianchi ha lasciato per una volta l’amato Dinghy per partecipare al raduno del suo Circolo con un laser ed e’ arrivato secondo nella categoria; Marco e Giacomo Losi con Tridente 16, preso in prestito dalla Scuola Vela, che si sono classificati al terzo posto nella categoria.
Giuliano Azzimonti con Aria, un Vismara 45, ha vinto nella classe oltre i 13 metri con il miglior tempo in assoluto.
Poi tutti gli amici della Lega Navale di Rapallo, presenti con sei equipaggi, a dimostrazione del legame tra i due Circoli. Da Giuseppe Cannavacciuolo su Sortilege, terzo nella categoria da 6,01 a 8 m a Riccardo Macchiavello con Mistero, secondo nella categoria dai 9,01 agli 11 m e i coniugi Giuseppe e Caterina Tixi su Dalu’, terzi nella medesima categoria e Riccardo Ballotta su Frenesia e Pierangelo Paganini su Corsara rispettivamente quarto e quinto. E ancora Giuseppe Labricciosa quarto nella categoria dai 6,01 agli 8 m. Nella categoria derive ha brillato da par suo, nonostante il laser invece del solito dinghy, Fabrizio Bavestrello primo classificato nella categoria.
E con il colori della Lega Navale di Santa Margherita Ligure ottimo risultato di Gian Marco Pantella che con Tabu J, un filante J 80, ha conquistato il primo posto nella categoria dai 6 agli 8 m.
Insomma e’ stata una bella giornata di mare, di sole e di emozioni per tutti, anche se un pensiero va a quei soci che non hanno potuto essere presenti per motivi di salute e avrebbero invece voluto esserci per condividere le gioie di questo raduno di fine estate.
Alla prossima amici, speriamo di trovarci ancora piu’ numerosi al Raduno 2022.
Le foto sono nella Galleria e le classifiche in "Raduno di fine estate"

Dove siamo

Contatti

Circolo Nautico Rapallo

Via Langano, 34

16035 Rapallo (GE)

segreteria@circolonauticorapallo.it

0185 51281

0185 51281

ORARIO

Dal 1 Maggio al 30 Settembre:

Lun                    9:00 - 12:00 / 14:00 - 17:00
Mar                    9:00 - 13:00
Mer                    CHIUSO
Gio                     9:00 - 13:00
Ven                     9:00 - 12:00 / 14:00 - 17:00
Sab                    9:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00
Dom                   9:00 - 13:00

Dal 1 Ottobre al 30 Aprile:

Lun                 9:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00
Mar                 CHIUSO
Mer                 CHIUSO
Gio                  9:00 - 13:00 / 14:00 - 18:00
Ven                 9:00 - 13:00
Sab                 9:00 - 13:00
Dom                9:00 - 13:00